Home > Curare ... > L'oliveto

L'oliveto

FEBBRAIO - MARZO
Concimazione con OLIVETO kg.  2-3 per pianta, possibilmente  interrandolo con fresatura molto superficiale. Ogni cinque anni aggiungere all’OLIVETO anche 3 kg. di concime organico HUMOSCAM.

MARZO - APRILE
Potatura ed eventuale diradamento e successivo per  occhio di pavone, cancri rameali e rogna. (Attenzione patologie in fase di forte diffusione sul territorio)
CUPROSSIL  IDRO WP gr. 300 – 500 gr  per 100 litri di acqua
o SYLLIT  355SC cc  150 per  100 litri di acqua
in caso di presenza di  fumaggine portata da cocciniglie aggiungere olio bianco (ALBENE etc.) 2 litri per 100 litri di acqua

PRIMA DELLA FIORITURA
Per una migliore allegagione  trattamento  con boro  e concime fogliare:
AXIBOR   gr. 110   per 100 litri di acqua + FRUTTAFLOR   gr.200  per 100 litri di acqua

DOPO  LA FIORITURA
Ripetere il trattamento  con boro e concime fogliare  e se necessario aggiungere  un insetticida contro la tignola: IMIDAN   EC 250 cc    per  100 litri di acqua
MOLTO IMPORTANTE in questo periodo e’ tenere tagliata l’erba  o intervenire  con diserbanti. La pianta in questa fase di ingrossamento del frutto ha bisogno di molta acqua.
In base all’andamento climatico è il momento per incominciare l’irrigazione.

LUGLIO  -  AGOSTO  -  SETTEMBRE
Interrompere   o ridurre  l’irrigazione 
Nel  mese di luglio si deve incominciare  a monitorare  l’attacco della mosca olearia  e quindi essere pronti ad intervenire  con trattamenti a base di dimetoato 
Nell’ultimo trattamento  contro la mosca  di settembre è consigliabile aggiungere  un prodotto a base di rame (importante anche per i cancri rameali).
FLOWBRIX 300 cc per 100 litri di acqua o CUPROSSIL  IDRO WP  gr. 300   per 100 litri di acqua
Per favorire l’ingrossamento del frutto e aumentare la resistenza alla siccità aggiungere FRUTTAFLOR PK 250 GR per 100 litri di acqua o AXIFOL PK 350 cc per 100 litri di acqua

OTTOBRE - NOVEMBRE – DICEMBRE
Trascorso  almeno 30 giorni dall’ultimo trattamento  contro la mosca  si può’ incominciare la raccolta.
Per ottenere un olio extravergine di qualità bisogna seguire  queste poche regole:

  • Le olive devono essere sane  e quindi non colpite dalla mosca.
  • Le olive devono essere raccolte verdi con un 20% di olive mature
  • Devono trascorrere pochi giorni  dalla raccolta  alla molitura  ( 2 o 3  massimo)
  • L’olio cosi’ ottenuto  deve essere conservato  in recipienti  in acciaio inox;  in locali separati da qualsiasi altro genere alimentare come salami, insaccati, vino o altri prodotti il cui odore potrebbe  alterare il gusto dell’olio. La temperatura  del locale non deve avere grosse variazioni tra l’estate e l’inverno.
  • Travasare e togliere il deposito  almeno tre volte all’anno. 

Online con l'agronomo
Rubrica a cura del dott. Dionigi Fasce
Calendario delle semine
Settembre
Semina > Ravanelli, Bietole, Cicorie miste, Lattuga, Rucola, Spinaci, Valeriana¤ Concimazione > Organico e Azotati¤ Trattamento > Trattamento nel vigneto. Frutteto: controllo della mosca nelle varietą tardive
© 2017 Le Riunite Cooperativa Agricola | P. IVA 00100930098 | Crediti